Treccani accoglie le DOP e le IGP nel patrimonio culturale italiano

l’Abruzzo contribuisce con un totale di 31 prodotti Dop, Igp e Stg e bevande spiritose Ig tutelati e riconosciuti dall’Ue.
Condividi

Presentato a Roma l’Atlante Qualivita I prodotti agroalimentari e vitivinicoli italiani DOP IGP STG – Le bevande spiritose italiane IG, con gli interventi della Ministra delle politiche agricole Teresa Bellanova e del Coordinatore S&D ComAgri del Parlamento europeo Paolo De Castro e le relazioni di Cesare Mazzetti Presidente Fondazione Qualivita, Riccardo Ricci Curbastro Presidente Federdoc, Cesare Baldrighi Presidente OriGIn Italia, Massimo Bray Direttore Generale Istituto della Enciclopedia Italiana e Mauro Rosati Direttore Fondazione Qualivita.

Per la prima volta Treccani accoglie la cultura delle Indicazioni Geografiche e dei prodotti tipici italiani all’interno del corpus delle sue opere con la pubblicazione della decima edizione dell’Atlante Qualivita, il primo e unico volume a livello europeo dedicato alle produzioni certificate. Un riferimento “enciclopedico”realizzato da Fondazione Qualivita, in collaborazione con OriGIn Italia e Federdoc, per affermare il
ruolo delle filiere italiane di qualità come elemento della cultura nazionale, a fianco di un inestimabile valore economico per il Paese.



L’Atlante Qualivita si pone come sintesi profonda di una ricchezza variegata grazie a 860 schede prodotto,suddivise in tre sezioni: prodotti agroalimentari (299 schede), prodotti vitivinicoli (526 schede) e bevande spiritose (35 schede realizzate in collaborazione con Assodistil), che descrivono dettagliatamente ognuna
delle eccellenze italiane tutelate come Indicazione Geografica, attraverso informazioni su metodo di lavorazione, storia, normative, caratteristiche nutrizionali e organolettiche dei prodotti stessi. Un rinnovato strumento di conoscenza destinato agli italiani, da sempre predisposti ad essere consumatori consapevoli e attenti ai concetti di autenticità ed origine.

L’opera rappresenta una fotografia del panorama agroalimentare di qualità nazionale a Indicazione Geografica a cui l’Abruzzo contribuisce con un totale di 31 prodotti Dop, Igp e Stg e bevande spiritose Ig tutelati e riconosciuti dall’Ue.



Dall’Aprutino Pescarese Dop al Pretuziano delle Colline Teramane Dop a rappresentare l’importanza della tradizione olearia, fino allo Zafferano dell’Aquila Dop, primo per produzione dell’intero Paese. Con una netta maggioranza dei prodotti vitivinicoli certificati su quelli alimentari, sono proprio le Dop e le Igp a carattere enologico come Montepulciano d’Abruzzo Dop, Trebbiano d’Abruzzo Dop o Cerasuolo d’Abruzzo Dop a dare una forte impronta all’identità culturale di questa regione.

 

 

Commenta con Facebook
Condividi

Cerca

ISCRIVITI E RICEVI LO SCONTO DI BENVENUTO