Dal fitness tra le vigne alla degustazione ad alta quota: 8 esperienze insolite per amanti del vino.

Settembre è il mese della vendemmia, nonché il momento ideale per mettersi in viaggio tra le regioni italiane che - come ricorda Volagratis.com - si stanno distinguendo nel turismo enogastronomico.

 

Settembre è il mese della vendemmia, nonché il momento ideale per mettersi in viaggio tra le regioni italiane che – come ricorda Volagratis.com – si stanno distinguendo nel turismo enogastronomico: con oltre 5.000 prodotti tradizionali riconosciuti, la penisola è un vero paradiso per gli amanti del vino e del buon cibo.

Anche nel resto d’Europa non mancano mete dedicate al turismo enologico che permettono di scoprire i sapori e profumi del vino in location da sogno e attraverso esperienze davvero particolari. Per festeggiare la vendemmia, Volagratis.com ha raccolto 8 esperienze inusuali, tra gusto, relax, attività fisica e cultura, pensate e ideate per tutti i wine lovers.

Un viaggio dalla Puglia al Piemonte per valorizzare le eccellenze italiane, per poi volare in Spagna, Francia e Regno Unito. Esperienze insolite da vivere e ricordare brindando in compagnia.

Partecipare alla vendemmia tra trulli e masserie a Ostuni

In Puglia, terra di vini forti e decisi, non soltanto è possibile soggiornare in un tradizionale trullo, ma anche diventare protagonisti delle attività locali. Con l’arrivo di settembre, masserie e agriturismi danno la possibilità ai visitatori di accompagnare i contadini e i proprietari durante la vendemmia, partecipando attivamente al processo che porta l’uva dalla terra alla tavola.

 

Provare trattamenti benessere a base di uva e vino in Umbria

Che il vino potesse regalare un momento di relax è cosa nota. Ma è ancora più vero in Umbria, dove sono numerosi gli hotel e le SPA che propongono massaggi e trattamenti viso a base di estratti d’uva, vino e foglie di vite.

Alcune strutture sono specializzate in vinoterapia e dedicano interi percorsi di benessere alla vite e ai suoi frutti, dalle note proprietà antiossidanti e circolatorie. Chi l’ha detto che il vino può coccolarci solo a tavola?

 

Visitare un museo interamente dedicato al vino a Barolo

I rossi piemontesi sono tra i più famosi d’Italia. Tra tutti spicca il Barolo, un DOCG che non è solo un’eccellenza regionale, ma dell’intera penisola. Proprio a Barolo si trova uno dei musei del vino più importanti del mondo, il WiMu, il Wine Museum del Castello di Barolo.

Nato nel 2010 e ospitato all’interno di una fortificazione del X secolo, racconta attraverso un percorso interattivo secoli di storia. Il risultato è l’incontro tra uomo, tradizione e natura: un luogo di cultura, ma anche un’Enoteca Regionale dove provare i migliori vini della zona, per scoprire il Barolo dalla teoria alla pratica.

Dormire in una botte in Veneto, Trentino Alto Adige o Toscana

Per chi vuole immergersi completamente nella cultura vitivinicola, c’è la possibilità di dormire all’interno di una botte. A misura d’uomo, naturalmente, e dotata di ogni comfort, dal pavimento riscaldato al minibar. Questi particolari alloggi si trovano in diverse zone d’Italia, dai colli del Prosecco, diventati recentemente Patrimonio UNESCO, fino alle colline del Chianti, passando per gli chalet altoatesini nel cuore delle Dolomiti.

CONTINUA A LEGGERE SORGENTE […….]  Dal fitness tra le vigne alla degustazione ad alta quota: 8 esperienze insolite per amanti del vino secondo Volagratis.com


 

Commenta con Facebook

Cerca

ISCRIVITI E RICEVI LO SCONTO DI BENVENUTO